UE vs AI: Normare il futuro

Oggi sul Corriere della Sera c’è un articolo molto interessante dal titolo “Intelligenza Artificiale: dubbi (e rischi) in Europa”.

Regolamentare le cose è fondamentale ma il terreno qui è parecchio scivoloso.

Nell’articolo vengono citati i rischi di azioni subliminali portate avanti da determinati algoritmi e fa un confronto tra Europa e altre potenze mondiali. La Cina è molto più avanti di tutti gli altri su questo tema (e non solo).

Inoltre l’articolo pone l’accento sul fatto che un algoritmo di questo tipo è difficilmente brevettabile (in genere questo vale per molti software), e sulla difficoltà nel capire come vengono prese determinate decisioni.

Tutto correttissimo, ma ancora una volta il focus è sugli algoritmi e non sui dati.

Estremizzando, una norma che prevede di “pescare” in un insieme di 10 algoritmi pre-approvati non è fattibile perchè fino a quando il Data Scientist non vede i dati non sa che approccio utilizzare.

Va anche detto che per analizzare le immagini ci sono ormai metodologie consolidate ma per le migliaia di applicazioni industriali non è così.

Quindi, regolamentare è sacrosanto, ma bisogna anche iniziare ad agire sul serio.

Altrimenti facciamo la fine di un arbitro che fischia il calcio di inizio in un campo dove manca il pallone.

#intelligenzaartificiale #software #ai

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: